Tagliare il formaggio | Latterie Vicentine

Tagliare il formaggio

Alcune varietà di formaggio risultano difficili da tagliare, soprattutto a causa della loro consistenza. Durante il taglio, possono rompersiattaccarsi al coltello o perdere la loro forma. Per questo è importante approfondire i vari metodi di taglio per assaporare appieno le caratteristiche di ogni formaggio.

Il problema di non sapere tagliare il formaggio nel modo corretto è che la forma si può rovinare e, di conseguenza, sarà difficile renderlo presentabile sul piatto. Per questo motivo, è bene sapere come realizzare il taglio a secondo della forma e della varietà.

La fetta equa

In genere nella convivialità che sia in famiglia o con amici, si deve condividere, per cui il formaggio va sempre tagliato in modo che tutti i presenti possano ricevere un po' di cuore del prodotto e un po' di porzione vicino alla crosta. Per quello ci piace dire che ogni fetta di formaggio deve essere equa.

Evita tagli perpendicolari alla crosta

Mai tagliare il formaggio perpendicolare alla crosta, così facendo man mano che si tagliano le fette saranno poco rappresentative dell'intera pasta.

Formaggi a pasta semidura tipo Asiago

I formaggi a pasta semidura essendo compatti possono essere tagliati a forma di triangolo con un coltello adeguato alla grandezza della fetta. L’ideale è farlo a temperatura ambiente.

Per prima cosa bisognerà dividere il formaggio in due, poi farlo a spicchi e, quindi, ottenere dei triangolini uguali di mezzo centimetro di spessore.

Grana Padano

Anche se è un formaggio a pasta molto dura, proprio per la sua stagionatura, in realtà non richiede un taglio particolare. In effetti, è sufficiente grattugiarlo o farne delle scaglie.

Formaggi dalla forma cilindrica

Per tagliare alla perfezione i formaggi di forma cilindrica come quello di capra,  segui questo consiglio: taglia fette non troppo sottili usando un coltello ben affilato e umido. Ricordati di bagnare il coltello a ogni taglio."